Organico

Organico: DI COSA SI TRATTA

Il rifiuto organico è costituito da scarti alimentari e di cucina e altri rifiuti facilmente compostabili. Con i rifiuti organici possono essere conferiti anche i fazzoletti in carta utilizzati durante il pasto.

Organico: DOVE E QUANDO CONFERIRE

L’organico si conferisce chiuso all’interno di sacchetti compostabili (conformi alla norma UNI EN 13432:2002), nel cassonetto con il coperchio marrone, tutti i giorni dalle ore 13.00 alle ore 24.00.

Attenzione a riconoscere il sacchetto giusto!

Quali sono i sacchetti che si possono utilizzare per conferire l’organico e come riconoscerli?

  • Bisogna far riferimento alla dicitura di conformità alla norma UNI EN 13432:2002 e cercare sul sacchetto la frase “Sacco biodegradabile e compostabile conforme alla norma UNI EN 13432:2002. Sacco utilizzabile per la raccolta dei rifiuti organici ” che di solito viene riportata lateralmente o nella zona frontale.
  • Ma soprattutto occorre cercare sul sacchetto i marchi degli organismi certificatori accreditati che attestano la certificazione della biodegradabilità e della compostabilità, come ad es. “OK Compost”, “Compostable” e “Compostabile CIC”. I loghi di tali Marchi sono inoltre dotati di un codice seguito da un numero (Sxxx o 7wxx) riferito a ogni azienda produttrice che deve assicurare anche la tracciabilità. 

 

Organico: COSA CONFERIRE

Si possono conferire

  • Scarti di cibo
  • Resti di frutta e verdura
  • Piante e fiori recisi (se in piccola quantità)
  • Fondi e cialde compostabili di caffè
  • Filtri di tè e bevande a infusione
  • Gusci d’uovo
  • Tappi di sughero
  • Stecchi di legno del gelato
  • Stuzzicadenti
  • Parti sporche dei cartoni della pizza (solo se ridotte in piccoli pezzi)
  • Piatti, posate e bicchieri usa e getta realizzati in materiale compostabile
  • Ceneri spente di caminetti e stufe

Non si possono conferire

  • Deiezioni canine e lettiera per animali (secco residuo)
  • Gomme da masticare (secco residuo)
  • Qualunque tipo di materiale non biocompostabile

Organico: ATTENZIONE AGLI ERRORI FREQUENTI

Nella raccolta dell’organico gli errori più frequenti riguardano:

  • l’utilizzo di buste non biocompostabili (vedi indicazioni sopra per riconoscerle).

Organico: COME PREPARARE I RIFIUTI

Per differenziare correttamente i rifiuti, la partita più importante si gioca in casa.
Segui queste semplici regole e non sbaglierai!

Uilizza solo buste compostabili  (compresi i  sacchetti della spesa che ricevi al supermercato).

Biodegradabile e compostabile non sono la stessa cosa. Link per saperne di più

Organico: Riduci e Riusa

RIDUCI
Produci meno rifiuti. Non sprecare il cibo! Quando fai la spesa acquista solo quello che sei in grado di consumare. Quando vai al ristorante ordina solo quello che sei in grado di mangiare, ma se proprio ti avanza qualcosa portalo a casa! Conosci il progetto Ecoristoranti? A Sassari hanno già aderito 21 esercenti: http://www.paradisola.it/articoli/sagre-e-gastronomia/8992-ecoristoranti-sassari-2018

RIUSA
Se hai in casa del pane raffermo non gettarlo! Prova una delle deliziose ricette basate sull’utilizzo di questo prezioso alimento.

Organico: COSA SI RICAVA DAL RECUPERO / RICICLO

Dagli scarti organici, attraverso un processo di degradazione naturale, si ricava il compost, un terriccio ricco di nutrienti, utilizzabile come fertilizzante in agricoltura.

Hai ancora dubbi?